Maria Assunta: Who wants to live for ever? Chi vuole vivere per sempre? #clubassunta2021

Ricordo una canzone dei Queen del 1986, Who wants to live for ever. colonna sonora del bellissimo film Highlander, L’ultimo immortale.

Un brano fra il malinconico e l’epico. La domanda e il ritornello centrale della canzone si chiedono proprio: “Chi vuole vivere per sempre?” che, per il protagonista del film, aveva un senso di condanna: una condanna, cioè, a continuare a vivere mentre le persone amate venivano portate via dalla vecchiaia.

Ma, ad un tratto, la canzone rompe con la malinconia e prorompe in un grido di gioia.

But touch my tears with your lips / Touch my world with your fingertips
And we can have forever / And we can love forever / Forever is our today

Ma tocca le mie lacrime con le tue labbra / Tocca il mio mondo con la punta delle tue dita
E noi potremo avere per sempre / E potremo amare per sempre / Per sempre è il nostro oggi

L’orizzonte di immortalità che viene descritto da queste parole è legato all’Amore. E non è solo un film. Perché tutti quanti siamo chiamati a vivere la vita eterna nell’amore. Una vocazione ad elevarci all’amore eterno esattamente come Maria.

Questo ci aiuta a capire la solennità di oggi: la solennità del dogma dell’Assunzione di Maria. Il dogma venne proclamato da Papa Pio XII, il 1° novembre 1950, con la bolla Munificentissimus Deus.

Questo dogma ci insegna che Maria di Nazareth fu una donna con una vocazione speciale: Maria, che è madre di Dio e sempre vergine, preservata dal peccato originale, dopo aver accolto l’Amore nel suo grembo, riceve la chiamata ultima e definitiva ad elevarsi e giungere presso Dio, in anima e corpo. Dunque, alla fine della sua missione di accompagnare suo figlio Gesù fino al sacrificio della Passione, ella fu assunta, chiamata in Cielo e quindi, adesso, come diciamo nella recita del Rosario, incoronata come regina del cielo e della terra.

A questo cammino di elevazione siamo chiamati tutti noi, sebbene, ovviamente, non nella stessa identica modalità di Maria. Non siamo stati chiamati a donare il corpo a Gesù, né ad essere esenti dal peccato originale. Dal canto nostro, invece, rimane la necessità di un cammino di santità, nella fede e nello sviluppo delle virtù, imitando Maria. Così, alla fine della nostra vita, anche noi saremo accolti nel grembo del segreto Trinitario, e potremo cantare “anche noi adesso viviamo eternamente”. Il nostro cantico di gloria seguirà le parole di Maria: «L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva.  D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente e Santo è il suo nome!»

Cari clubbers, buona festa di Maria Santissima Assunta e buon cammino verso l’eternità insieme a lei.

Gesù dolce, Gesù amore

Fr Gabriele Giordano M. Scardocci OP

Foto di Gordon Johnson da Pixabay 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: