Un’incertezza fra fede, pazienza e sapienza. #clublunedì #letteradigiacomo

“Giacomo, servo di Dio e del Signore Gesù Cristo, alle dodici tribù che sono nella diaspora, salute. Considerate perfetta letizia, miei fratelli, quando subite ogni sorta di prove, sapendo che la vostra fede, messa alla prova, produce pazienza. E la pazienza completi l’opera sua in voi, perché siate perfetti e integri, senza mancare di nulla. Se qualcuno di voi è privo di sapienza, la domandi a Dio, che dona a tutti con semplicità e senza condizioni, e gli sarà data. La domandi però con fede, senza esitare, perché chi esita somiglia all’onda del mare, mossa e agitata dal vento. Un uomo così non pensi di ricevere qualcosa dal Signore: è un indeciso, instabile in tutte le sue azioni”

– Dalla lettera di Giacomo, capitolo 1

Ciao clubbers!

vorrei cominciare con voi una mini serie di meditazioni, prima della Quaresima a partire dalla lettera dell’apostolo Giacomo. Questo nome dovrebbe dirvi qualcosa, giusto? […] No eh? 😉 Beh allora vi rinfresco la memoria. L’apostolo Giacomo è uno dei figli del tuono di cui abbiamo parlato in questo video, in cui concludemmo la nostra campagna per l’Italia.

Ecco allora che possiamo dare un’occhiata e meditare sull’inizio della lettera di Giacomo che rivolge a l’intera cristianità, sparsa nell’intera Europa. Da cui appunto la parola diaspora.

Provate ad immaginare una situazione stressante, angosciante e con tanta paura. In cui si è costretti a rimanere in casa, nascondersi dai pericoli che vengono da fuori. Non si sa come andrà il futuro. Anche questa, forse sembra la descrizione del periodo di incertezza che stiamo trascorrendo, con la pandemia di Covid19 che sembra non concludersi mai.

In tutto questo però, rimane salda, oltre l’incertezza, la fede in Gesù Cristo. Una fede che viene vissuta in modo comunitario, dove la comunità tutta insieme affronta i pericoli del mondo esterno. Questo era l’intento di Giacomo nel suo incipit, in cui ha ben in mente che i cristiani sono perseguitati, a rischio della loro vita, e soffrono ogni tipo di persecuzione in un periodo di grande Incertezza.

Dalla fede, alimentata tramite la preghiera e i sacramenti, viene allora la pazienza, con la quale Dio completa l’opera di tutti noi. Nella pazienza, infatti, attendiamo e speriamo fiduciosamente che la situazione d’incertezza si modifichi: dunque la pazienza completa l’opera di Dio di farci vivere la virtù della speranza.

Ma questo è possibile solo se insieme alla pazienza attingiamo da Dio anche il dono della sapienza, ricevuta con semplicità da tutti. La sapienza è quello sguardo tramite il quale, attingendo dalle grandi verità misteriche di Dio, possiamo scorgere in che modo Lui agisce nell’oggi incerto e ci dona tanta gioia ed amore.

Clubbers, ricordiamoci allora di chiedere al Signore tanto aiuto questa settitmana perché maturi la nostra fede, con la pazienza che giunga un domani migliore e con la sapienza che la verità amorevole e tenera di Gesù ci accompagna sempre.

Gesù dolce, Gesù amore

fr Gabriele Giordano M. Scardocci OP


Ah prima che mi dimentico! Traggo spunto per questo articolo dal testo di M. Nicolaci, Lettera di Giacomo, Introduzione, traduzione e commento, San Paolo, Alba, 2012.

Foto di ElisaRiva da Pixabay 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: