La Porta dell’Avvento. #novena2020.

A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. […] Allora Maria disse allangelo: “Come è possibile? Non conosco uomo”. […] Allora Maria disse: “Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto”.

— dal Vangelo secondo Luca 1,29.34.39


Difficilmente rimango senza parole, difficilmente di fronte ad una sfida piccola o grande che sia, non so cosa fare. Difficilmente sono a corto di idee o stratagemmi, chiamiamoli così, dato il mio lavoro di insegnante di scuola primaria. Ma la riflessione che mi è stata chiesta per tutti i (e non) “clubbers” mi lascia con un punto interrogativo: “Cosa scrivere con l’avvicinarsi del Natale?” Qualcosa che non sia banale, già detta e trita e ritrita! Insomma potrei parlarvi delle luci, dei negozi pieni di giocattoli (che a me piacciono tanto) e di cose buone da gustare, ma a questo ci pensa già la pubblicità e sicuramente lo fa meglio di me!

Allora potrei descrivervi il lungo viaggio di Babbo Natale dal Polo Nord (Lapponia?) a tutto il mondo in tempo di pandemia! No. Troppo fiabesco e tragicomico!

Forse guardando meglio potrei narrarvi la nascita di nostro Signore Gesù? No. C’hanno già pensato Matteo e Luca.

Dunque parliamo di Maria? Altri “clubbers” hanno già scritto su di Lei. Ma io ho voluto scrivere di Lei come Porta dell’Avvento.

Non a caso ho scelto alcune frasi (o versetti, come direbbero i più esperti) del vangelo secondo Luca, in particolare dell’Annunciazione per sottolineare l’intelligenza di questa ragazza di Nazareth.

È sì! Maria è giustamente definita nelle omelie “la donna dell’ascolto”, “la donna dell’obbedienza”, la donna del silenzio”, “la donna del sì a Dio”. O è capitato soltanto a me di “beccare” tali definizioni durante la messa?

Maria è una ragazza intelligente che rimane turbata, se non sorpresa dal saluto che l’angelo le porge e direi, stupita di ricevere una visita così speciale! Dialoga con Gabriele per cercare di capire come tutto quel popò di roba (passatemi il termine, sono pur sempre una maestra di scuola primaria) possa avvenire, dato che lei e Giuseppe non sono ancora sposati stabilmente. Certo, nulla è impossibile a Dio, ma Maria qualche domanda se la sarà fatta! È un essere umano!

Nella libertà di figlia di Dio e nella consapevolezza del suo io dice sì! E a quel punto diventa la serva del Signore, colei che trasmette a Cristo l’umanità. Che cosa meravigliosa!

E l’angelo (soddisfatto) partì da lei.

Elisabetta Di Magno, Ely.

(Foto di copertina di Peter H da Pixabay)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: