“Conta su di me” #clubrecensione

Buona giornata carissimi clubbers, eccoci giunti ad un nuovo appuntamento con la nostra rubrica di cine – recensioni.

Oggi vi parlerò del film “Conta su di me”.

Lenny è un trentenne ricco e viziato che trascorre le sue giornate all’ insegna del più sfrenato divertimento tra alcool, droga e belle donne.

Ma il divertimento per Lenny ha i giorni contati, poiché il padre, stanco del suo stile di vita egoisticamente dissennato, decide di bloccarli le carte di credito e di affidargli un compito: prendersi cura di David, un quindicenne con una grave malformazione cardiaca per cui purtroppo non c’è più nulla da fare.

Lenny dovrà far stilare al ragazzo una lista di desideri che dovrà aiutarlo ad esaudire. Ma non tutti i desideri possono essere soddisfatti con il denaro, per alcuni Lenny dovrà mettere in gioco molto di più…

“Conta su di me “ è un film molto bello, che andrebbe a mio parere, anche mostrato nelle scuole, perché con un tono leggero, senza mai cadere nell’inutile pietismo, mostra la realtà di un giovane ragazzo che è si malato, ma che ha gli stessi desideri dei suoi coetanei, vuole innamorarsi, baciare una ragazza, conoscere e  registrare una canzone con una rockstar, vuole vivere la quotidianità e la spensieratezza che sono propri di un quindicenne, non vuole essere considerato solo e soltanto una persona malata.

Inizialmente per Lenny non sarà facile rapportarsi con questa nuova realtà, è impaurito, per lui che non si è mai assunto una sola responsabilità in tutta la sua vita, è difficile ora sobbarcarsi un onere così pesante, da lui dipende la felicità di un ragazzo!

Con il tempo il rapporto tra i due si evolverà in una bellissima amicizia, Lenny per David diverrà un fratello maggiore con cui divertirsi e da cui imparare, nel poco tempo a disposizione, a vivere ogni giorno in pienezza.

Ma sarà Lenny colui che da questa amicizia imparerà di più, capirà che la vera felicità si trova nelle piccole cose, che donarsi agli altri è la vera ricchezza. Non sono i soldi a donare la vera felicità e realizzazione ma è solo l’amore dato e ricevuto a renderci veramente ricchi e a donare senso alla nostra vita.

Dedicare il proprio tempo e se stessi ad aiutare chi ha bisogno è un dovere di ogni persona e ancor più di ogni cristiano, perché è nel fratello bisognoso che incontriamo Gesù.

Nel momento in cui aiutiamo i nostri fratelli, stiamo camminando sulla Via che Cristo ci ha indicato, stiamo collaborando alla realizzazione del Regno insieme a Lui, che è nostra Luce nella strada della vita.

A presto

Alessandra Fusco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: