I diavoli. #clubrecensione

Dopo averne sentito parlare tantissimo mi sono immersa in questa lettura dove la finanza la fa da padrone.: I diavoli, di Guido Brera.

Siamo a Londra. Il romanzo parte con due traders di successo: il maestro americano, Derek e il protagonista, Massimo, italiano di origine, pronto a prendere le redini lasciate dal suo mentore. Massimo è un fuoriclasse, abituato a fingere e a vincere. La City è ai suoi piedi, ma dovrà combattere contro la sua vera natura: il ragazzino che amava il mare dell’Argentario, con il suo fedele amico Mario, fa fatica a ritrovarsi in un mondo dove si prevarica e non si da spazio ad alcun sentimento. E poi c’è il rapporto con sua moglie e i suoi figli: Roby affetto da una fobia per i bottoni e India adolescente che vorrebbe il padre più presente. E sua moglie? Il muro del silenzio avvolge il loro matrimonio, come una coltre fittissima dalla quale non riescono ad uscire. Carina, la segreteria, forse è l’unica che riesca a leggergli dentro. In un mondo dorato che farebbe gola a tutti, Massimo fa il suo ultimo gioco e torna in Argentario. Tutto è andato a rotoli: il dolore per il lutto di una persona cara, il  matrimonio e il lavoro. Ma Massimo non sa amare e anche nella sua nuova avventura dovrà fare i conti con il suo modo di affrontare le cose. Ma il passato non si può cancellare ed è chiamato di nuovo a fare quello che ha sempre fatto. Massimo si troverà contro il suo mondo e a combattere per i suoi figli.

Dal libro è stata tratta una serie tv che vedrà per il 17 aprile 2020 il debutto su Sky Atlantic. La serie Diavoli, targata Sky Original, con Alessandro Borghi, Kasia Smutniak e Patrick Dempsey, vede alla regia Nick Hurran e Jan Maria Michelini. Il personaggio di Massimo mi ha fatto tenerezza: ha venduto la sua anima al successo. Partito da Roma pieno di sogni per Londra in breve tempo si ritrova a guadagnare milioni e a muovere le fila del denaro mondiale. Ma il suo cuore dice altro. Seppur il libro abbia molte lacune e sia scritto con un linguaggio semplice da scuola superiore, apprezzo l’autore che nel suo alter ego letterario è riuscito a dargli un’anima. Allo specchio Massimo non si riconosce e, nel momento del crollo, torna dove era stato felice. Ma si sa, il mondo della finanza non  lascia spazio per altro ed è chiamato di nuovo a tornare tra numeri e quotazioni. Da leggere!

 

Maria Alessia Del Vescovo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: