The Passion. #clubrecensione

Carissimi clubbers buongiorno, sono Ale e in questo Mercoledì di una Settimana Santa così atipica, voglio parlarvi della pellicola del 2004 ” The Passion of the Christ – La Passione di Cristo” del regista Mel Gibson.

Il film è basato sulle ultime dodici ore della vita di Gesù Cristo di Nazareth sulla Terra. Insieme a lui ripercorriamo tutti gli avvenimenti della Passione, dall’arresto nell’Orto degli Ulivi, al processo dapprima davanti al Sinedrio e in seguito a Ponzio Pilato, alla sua atroce, terribile flagellazione, fino alla morte in croce e alla Resurrezione.

Questa non è una pellicola di facile fruizione, è interamente in aramaico e latino, e mostra, fin nel più piccolo dettaglio, tutta la Via della Croce percorsa dal Salvatore. Non risparmia nulla allo sguardo di chi soffre insieme al Cristo, nel vederlo flagellato per minuti che divengono ore nella mente e nel cuore, oramai dilaniato, di chi ama Gesù, mostra ogni goccia di sangue che sgorga dal corpo martoriato del nostro Redentore, colpisce forte nell’anima nel guardarlo morire sulla croce, oramai distrutto nel corpo, ma forte nella Fede nel Padre e nella sua Missione di Redenzione e Salvezza.

Ma questo non è un film che parla solo della Passione di Cristo perché, con dolce, struggente realismo mostra il dolore dei suoi Apostoli, di Maria Maddalena e soprattutto di sua Madre, Maria. Non puoi non sentire il tuo cuore spezzarsi e sanguinare nel guardare Maria accorrere, dopo aver visto suo figlio cadere sotto il peso della croce, e come farebbe ogni mamma con il suo bambino dirgli:” Sono qua io”.

Ecco, è in questa meravigliosa scena che possiamo cogliere il vero dolore, quello di una madre che vede soffrire e morire in croce suo figlio che sa essere il Redentore, fin dal momento dell’Annuncio dell’Arcangelo Gabriele, ma che per lei rimarrà sempre il bambino che consolava e cullava sul cuore.

“The Passion” è un film che va visto con il cuore, prima che con gli occhi, perché ci mostra il grande Amore che Cristo ha avuto per tutti noi. Con la Sua morte in croce ci ha redenti dal Peccato Originale, ha vinto il regno delle tenebre, con la Luce del perdono ha illuminato chi gli conficcava i chiodi, ha reso impotente e sconfitto con la sua morte colui che ha l’impero della morte, cioè il diavolo.

In questi giorni che precedono la Resurrezione del Cristo lasciamoci circondare dall’Amore di Dio e viviamo questo periodo con fedeltà a Lui, affinché ognuno di noi possa gustare la Pasqua, quando arriverà, con rinnovata gioia e Fede in Cristo Gesù.

 

Alessandra Fusco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: