5. Il trionfo finale sulla tristezza. #Prex Eucaristica IV

Dalla preghiera eucaristica IV

Egli si è fatto uomo per opera dello Spirito Santo, ed è nato dalla Vergine Maria,

ha condiviso in tutto, eccetto il peccato, la nostra condizione umana. Ai poveri annunziò il vangelo di salvezza, la libertà ai prigionieri, agli afflitti la gioia.

 

Era l’anno 1998 e Paulo Coelho dava alle stampe il suo Veronika decide di morire. Veronika, oberata dalla tristezza, l’abitudinarietà e la prigionia di una vita vuota, prende l’estrema, terribile decisione. Così manda giù un tubetto di pillole; ma qualcosa, ringraziando Dio, va storto. Perciò Veronika, in breve tempo ricoverata in una clinica pischiatrica, inizia un lento ma progressivo e audace cammino di rinascita.

Al solito cari clubbers, se volete sapere come va a finire, beh… vi consiglio di leggere il libro.

 

5.veronika decide di morire.jpg

“L’undici novembre 1997, Veronika decise che era finalmente giunto il momento di uccidersi.”

 

Nella nostra vita, esattamente come quella di Veronika, possono esserci giorni, mesi e anche anni di grande prova umana, spirituale e morale. In quei momenti il diavolo sembra istigarci sentimenti di tristezza, di vuotezza. Se dovesse succedere, non scoraggiamoci. Rileggiamo allora questo passaggio della quarta preghiera eucaristica. Gesù infatti, si è fatto uomo, per opera dello Spirito Santo e di Maria. Fra poco più di un mese festeggeremo il Natale del Signore Dio fatto uomo. Dunque Dio fatto uomo, incarnato ha donato a tutti noi uomini il dono più grande. Una comunione intima e profonda con la Trinità. Ogni singola cellula di noi, tramite Gesù, può unirsi in amicizia con il Padre e lo Spirito Santo e così può esultare di gioia.

Infatti in questa unione profonda con l’anima che viviamo nella vita quotidiana, Gesù attua in noi continuamente una azione di salvezza: in tal modo dunque libera da qualsiasi legame con il peccato e con il demonio. L’Eucarestia, ad esempio, che noi riceviamo con le giuste condizioni, ci libera dai peccati veniali.

Stretti e uniti a Lui, davvero ogni nostro giorno diviene un trionfo di gioia sulla tristezza. Anche nei momenti più difficili, di grande sofferenza, non dimentichiamoci mai che nell’Incarnarsi, Gesù ha abbracciato tutta l’umanità e con essa tutte le nostre sofferenze.In ogni momento dunque, facciamo comunione con Lui nella Chiesa, e il peso di queste sofferenze sarà portato con Lui e con la Chiesa. E contrariamente a Veronika, ogni giorno sceglieremo di vivere: da risorti in Cristo.

Gesù dolce, Gesù amore

Fr Gabriele Giordano M. Scardocci OP

Nella nostra vita, esattamente come quella di Veronika, possono esserci giorni, mesi e anche anni di grande prova umana, spirituale e morale. In quei momenti il diavolo sembra istigarci sentimenti di tristezza, di vuotezza. Se dovesse succedere, non scoraggiamoci. Rileggiamo allora questo passaggio della quarta preghiera eucaristica. Gesù infatti, si è fatto uomo, per opera dello Spirito Santo e di Maria. Fra poco più di un mese festeggeremo il Natale del Signore Dio fatto uomo. Dunque Dio fatto uomo, incarnato ha donato a tutti noi uomini il dono più grande. Una comunione intima e profonda con la Trinità. Ogni singola cellula di noi, tramite Gesù, può unirsi in amicizia con il Padre e lo Spirito Santo e così può esultare di gioia.

Infatti in questa unione profonda con l’anima che viviamo nella vita quotidiana, Gesù attua in noi continuamente una azione di salvezza: in tal modo dunque libera da qualsiasi legame con il peccato e con il demonio. L’Eucarestia, ad esempio, che noi riceviamo con le giuste condizioni, ci libera dai peccati veniali.

Stretti e uniti a Lui, davvero ogni nostro giorno diviene un trionfo di gioia sulla tristezza. Anche nei momenti più difficili, di grande sofferenza, non dimentichiamoci mai che nell’Incarnarsi, Gesù ha abbracciato tutta l’umanità e con essa tutte le nostre sofferenze.In ogni momento dunque, facciamo comunione con Lui nella Chiesa, e il peso di queste sofferenze sarà portato con Lui e con la Chiesa. E contrariamente a Veronika, ogni giorno sceglieremo di vivere: da risorti in Cristo.

Gesù dolce, Gesù amore

Fr Gabriele Giordano M. Scardocci OP

 

Le altre meditazioni:

https://clubtheologicum.wordpress.com/2019/10/11/capo-lavoro-del-signore-iv-prex-eucaristica-1/

https://clubtheologicum.wordpress.com/2019/10/18/generatori-di-energia-divina-prex-eucaristica-iv-2/

https://clubtheologicum.wordpress.com/2019/10/25/fino-allultima-vittoria-iv-prex-euc/

https://clubtheologicum.wordpress.com/2019/11/08/lunico-dominatore-dellaria-iv-prex-eucaristica-4/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: